Azimut Cooperativa Sociale di Solidarietà – Spalto Gamondio, 55 – 15121 Alessandria, Italia

Comunità Cissaca a gestione Azimut

Comunità Cissaca a gestione Azimut

“la casetta delle api”

Comunità di accoglienza mamma-bambino. Gestione in appalto per conto di Cissaca (Consorzio Servizi Sociali Alessandria). La struttura accoglie nuclei famigliari caratte­rizzati dalla presenza di madri con uno o più figli minori e può ospitare fino a quattro nuclei mamma-bambino. Le situazioni problematiche che definiscono lo stato di bisogno delle madri e dei loro figli possono essere determinati da vari elementi quali il disagio socio-familiare, economico, l’emarginazione, la discordia all’interno della coppia genitoriale, il maltratta­mento all’interno del nucleo familiare,  la protezione del minore e il sostegno della madre.

La comunità offre uno spazio e un tempo entro cui il nucleo madre-bambino possa riflettere sulla propria condizione e possa trovare un sostegno grazie ai servizi territoriali e alla “rete” di supporto fra le famiglie. Inoltre la Comunità effettua un’osservazione finalizzata alla valutazione delle capacità genitoriali e, ove è possibile, realizza un percorso “genitoriale” di recupero delle competenze educative e delle capacità di cura nell’accudimento dei figli minori.

Sono previsti inoltre:

  • progetti di autonomizzazio-ne del nucleo mamma-bambino
  • progetti inerenti donne vittime di tratta e/o maltrattamenti
  • progetti rivolti a gestanti che decidono di non riconoscere il figlio/a alla nascita

La struttura costituisce uno dei quattro poli individuati dalla Regione Piemonte per l’accoglienza di gestanti che decidono di partorire in anonimato al di fuori del proprio territorio di residenza e di non riconoscere il proprio nato.

“il pulcino”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAComunità alloggio 0-6 anni. Gestione in appalto per conto di Cissaca (Consorzio Servizi Sociali Alessandria). La struttura si configura come una struttura residenziale a carattere familiare, con caratteristiche di pronta accoglienza a breve termine. Nelle situazioni in cui si renda necessaria una collocazione fuori dalla propria famiglia, viene garantita ai minori un’ospitalità per tempi medio­brevi, in attesa di individuare altri contesti familiari. La comunità può accogliere n. 8 minori più 2 in regime di pronto intervento.

Viene   mantenuta   la   possibilità   di compresenza di fratelli se il maggiore non supera gli otto anni. “Il Pulcino” si prefigge di accogliere ed accudire minori, di fornire un ambiente sereno e idoneo all’età, con garanzia dell’ospitalità, della protezione,della cura per l’assolvimento dei bisogni primari e materiali di ogni minore ospite, garantendo una accoglienza qualificata sul piano educativo, affettivo e relazionale. Inoltre la struttura accoglie minori non riconosciuti alla nascita, e garantisce, nel rispetto dell’anonimato, un qualificato supporto educativo nell’inserimento degli stessi in famiglie adottive, individuate dal Tribunale per i Minorenni.

“il galletto”

gallettoComunità Educativa 6-17 anni. Gestione in appalto per conto di Cissaca (Consorzio Servizi Sociali Alessandria). Si tratta di struttura residenziale per minori che offre ospitalità e protezione in sostituzione temporanea della famiglia e delle rela­tive funzioni genitoriali non esercitabili o compromesse   da   gravi   difficoltà sociali,  personali   e  di  relazione.  La comunità può accogliere n. 8 minori più 2 in regime di pronto intervento.

La Comunità Educativa fornisce un ambiente sereno e idoneo all’età, con garanzia dell’ospitalità, della protezione garantendo un’assistenza qualificata sul piano educativo, affettivo e relazionale. I minori ospiti vengono orientati ad una scelta scolastico e/o professionale (corsi di formazione) che tenga conto delle attitudini e che possano risultare utili per un futuro lavorativo e una conseguente autonomia economica.  Il Cissaca, inoltre, collabora attraverso una convenzione con Azimut per garantire una differen­te ospitalità residenziale per i minori di età compresa tra i 15 e i 18 anni e realizzare interventi maggiormente centrati sull’autonomizzazione e sull’inserimento graduale nel mondo del lavoro (fattoria sociale, laboratori artigianali, tirocini orientativi) (cfr. Comunità Azimut “Colomba”).